Kinetec Ginocchio - orthomedical

Antonio Casoria
Ortopedia
Vai ai contenuti

Kinetec Ginocchio


Kinetec 1



SPECIFICHE TECNICHE
L’apparecchiatura motorizzata per la mobilizzazione consente movimenti passivi dell’articolazione del ginocchio e dell’anca, programmabili mediante una semplice unità di programmazione:
Articolazione del ginocchio:
Estensione 0°
Flessione 110°
Articolazione dell’anca:
Estensione -15°
Flessione -95°
Obiettivi terapeutici:
La terapia di mobilizzazione con l’ausilio del mobilizzatore di ginocchio e anca, ha soprattutto lo scopo di evitare lesioni dovute dall’immobilizzazione, di recuperare precocemente una mobilità senza dolore dell’articolazione, e favorire un rapido processo di guarigione con buoni risultati funzionali. La terapia serve inoltre a:
migliorare il metabolismo articolare prevenire l’irrigidimento dell’articolazione
favorire la ristrutturazione delle aree di cartilagine e dei legamenti lesionati
accelerare il riassorbimento di ematomi
migliorare la circolazione linfatica e sanguigna
prevenire trombosi ed embolie
Indicazioni:
L’apparecchiatura per la mobilizzazione è indicata per il trattamento della maggior parte delle lesioni, stati post-operatori e patologie dell’articolazione del ginocchio quali:
distorsioni e contusioni dell’articolazione artrotomie ed artroscopie in combinazione con sinovectomie, artrolisi o altre misure intraarticolari
immobilizzazione dell’articolazione durante la narcosi fratture trattate mediante intervento chirurgico, pseudoartrosi ed operazioni di trapianto
antroplastiche dei legamenti crociati impianto di endoprotesi


kinetec 2



SPECIFICHE TECNICHE
- Estensione: 0°
- Flessione: 110°
- Forza: kg 40
Obiettivi terapeutici:
La terapia di mobilizzazione con l’ausilio del mobilizzatore di ginocchio e anca, ha soprattutto lo scopo di evitare lesioni dovute dall’immobilizzazione, di recuperare precocemente una mobilità senza dolore dell’articolazione, e favorire un rapido processo di guarigione con buoni risultati funzionali. La terapia serve inoltre a:
- migliorare il metabolismo articolare
- prevenire l’irrigidimento dell’articolazione
- favorire la ristrutturazione delle aree di cartilagine e dei legamenti lesionati
- accelerare il riassorbimento di ematomi
- migliorare la circolazione linfatica e sanguigna
- prevenire trombosi ed embolie
Indicazioni:
L’apparecchiatura per la mobilizzazione è indicata per il trattamento della maggior parte delle lesioni, stati post-operatori e patologie dell’articolazione del ginocchio quali:
- distorsioni e contusioni dell’articolazione
- artrotomie ed artroscopie in combinazione con sinovectomie, artrolisi o altre misure intraarticolari
- immobilizzazione dell’articolazione durante la narcosi
- fratture trattate mediante intervento chirurgico, pseudoartrosi ed operazioni di trapianto
- antroplastiche dei legamenti crociati
- impianto di endoprotesi


         
kinetec 3                                                         

                                                                                           
Specifiche Tecniche

L’apparecchiatura motorizzata per la mobilizzazione consente movimenti passivi dell’articolazione del ginocchio e dell’anca, programmabili mediante una semplice unità di programmazione:
Estensione -5°
Flessione 110°
Obiettivi terapeutici:
La terapia di mobilizzazione con l’ausilio del mobilizzatore di ginocchio e anca, ha soprattutto lo scopo di evitare lesioni dovute dall’immobilizzazione, di recuperare precocemente una mobilità senza dolore dell’articolazione, e favorire un rapido processo di guarigione con buoni risultati funzionali. La terapia serve inoltre a:
migliorare il metabolismo articolare
prevenire l’irrigidimento dell’articolazione
favorire la ristrutturazione delle aree di cartilagine e dei legamenti lesionati
accelerare il riassorbimento di ematomi
migliorare la circolazione linfatica e sanguigna
prevenire trombosi ed embolie
Indicazioni:
L’apparecchiatura per la mobilizzazione è indicata per il trattamento della maggior parte delle lesioni, stati post-operatori e patologie dell’articolazione del ginocchio quali:
distorsioni e contusioni dell’articolazione
artrotomie ed artroscopie in combinazione con sinovectomie, artrolisi o altre misure intraarticolari
immobilizzazione dell’articolazione durante la narcosi
fratture trattate mediante intervento chirurgico, pseudoartrosi ed operazioni di trapianto
antroplastiche dei legamenti crociati
impianto di endoprotesi

     
 Kinetec 4                          

                                                                                    
Specifiche Tecniche
Caratteristiche principali:
- Silenzioso nel movimento
- Range da -10° ad un effettivo 135° di flessione del ginocchio
- Leggero, solo 10.9 Kg.
- È l'unico apparecchio in cui la flessione viene raggiunta mediante angolazione della parte centrale e non con la "spinta" del piede verso il ginocchio, quindi, NON VI È COMPRESSIONE NELL'ARTICOLAZIONE DEL GINOCCHIO
- Velocità angolare costante in tutto l'arco del movimento
- Adattabile a varie dimensioni di altezza di pazienti
- Movimento simultaneo di anca, ginocchio e tibio-tarsica
- Inversione del movimento automatica
- Comando paziente DIGITALE che permette la variazione oltre che dei gradi del movimento, della velocita’, della forza, della durata del trattamento e del “warm up”.
Il beneficio del trattamento include la velocità angolare costante che previene aderenze e contratture assicurando la stessa quantità di trattamento in termini di tempo sia in flessione sia in estensione. Con L4K si riduce la traslazione anteriore della tibia e la compressione dell'articolazione.
I risultati clinici hanno dimostrato i seguenti benefici con l'uso del CPM: prevenzione di aderenze intrarticolari e contratture extrarticolari, maggior condiscendenza del paziente con terapie passive ed attive, prevenzione di rigidità articolari, mantenimento del range e prevenzione degli effetti negativi dell'immobilizzazione.
Le principali indicazioni sono ricostruzione del legamento crociato anteriore, fratture dei piatti tibiali operate e non, riduzioni aperte di fratture intrarticolari diafisarie e metafisarie con fissazioni rigide interne, capsulotomie e artrolisi di artrosi post-traumatiche con restrizione del movimento, sinoviectomie di artriti reumatoidi e artropatie emofiliche, artrotomie e drenaggio di artriti acute settiche, liberazione chirurgica di contratture extrarticolari o aderenze, osteotomie metafisarie con fissazione rigida interna della tibia e del femore, protesi, ricostruzione del legamento collaterale mediale del ginocchio con trapianto di semitendinoso, ricostruzione chirurgica di osso, cartilagine, tendini e legamenti, prolungata immobilizzazione delle articolazioni.



Via Francesco Mercorio, 48 - 81024 Maddaloni Ce
CF. - P.Iva 03375410614  -  orthomedical2001@gmail.com
orthomedicalsas@legpec.it
Tel 0823.436093 - Cell 335.6013227
Orthomedical s.a.s.
Antonio Casoria
Torna ai contenuti